Come scegliere il portone del vostro garage: tipologie e caratteristiche

Costruire o ristrutturare la casa è un momento sicuramente elettrizzante ma altrettanto faticoso, sia dal punto di vista fisico, sia da quello economico e anche decisionale. La vasta gamma di prodotti, che il mercato attuale offre ai consumatori, lascia l’imbarazzo della scelta, e può soddisfare qualsiasi tipo di esigenza. In particolare, in questa sede, vedremo quante e quali sono le soluzioni offerte per l’acquisto dei portoni del garage.

Ne esamineremo le diverse tipologie per aiutarvi a combinare le esigenze di praticità, funzionalità, sicurezza ed estetica. Iniziamo col dire che i portoni per il garage si distinguono in due grandi macro-categorie, che sono: portoni basculanti e portoni sezionali.


La scelta dell'una o dell'altra soluzione è determinata, principalmente, dalla tipologia di immobile, cui la pertinenza è annessa, dalla posizione della stessa, e dallo spazio che si ha a disposizione; nonché, ovviamente, dal gusto personale e dal costo delle due alternative. Vediamo le principali caratteristiche e le differenze dei due modelli di porte.

Tipologie di Portoni

Portoni basculanti

La porta basculante è adatta all'edilizia abitativa. Richiede un certo spazio fisico per la sua apertura, ed è disponibile in diversi tipi di materiali, che vanno dall'acciaio semplice a quello zincato (nella versione "naturale" o colorato con vernici a polvere, disponibili in varie tinte), dal simil-legno al legno massello (usati per la struttura o anche solo come rivestimento dello scheletro in acciaio/alluminio) trattati con vernici a base di resine e impregnanti, in modo da renderli adatti all'esterno, resistenti e completamente atossici.
I basculanti possono avere un modello debordante (inteso come inserimento delle pareti laterali all'interno della muratura) o non debordante, e, al fine di garantire una perfetta aerazione all'interno del garage, possono prevedere diverse tipologie di griglie (a rete o alettate, in modo da impedire la vista dall'esterno). Per favorire l'accesso pedonale all'interno del box, è possibile far inserire, nel basculante, una porta c.d. "passo pedonale".

Portoni sezionali

Anche per la categoria dei portoni sezionali, così come per quella dei basculanti, vi è una vasta gamma di scelte possibili, che riguardano: la tipologia di materiali della struttura (acciaio, acciaio zincato, acciaio zincato verniciato a forno, simil-legno, legno, e rivestimenti in resina), la lavorazione dei rivestimenti (ad esempio: con cassettoni o a doga centrale), e le finiture.
E' possibile scegliere tra lo scorrimento verticale e quello orizzontale (utile, quest'ultimo, in caso di scarsità di spazio o in presenza di vincoli architettonici.) Anche per i portoni sezionali, si può richiedere l'installazione di una porta per facilitare il passaggio pedonale, e di griglie di aerazione.

Maggiori Info

Detrazione Fiscale del 65%

Scegli il tuoi infissi, a tutto il resto pensiamo noi!


L'isolamento termico

Coibentazione

I portoni per il garage, basculanti o sezionali, possono essere sottoposti a un'ulteriore lavorazione (la coibentazione), al fine di rendere ottimale l'isolamento dall'esterno. Il metodo di coibentazione più diffuso è quello con schiuma poliuretanica che, per il particolare trattamento a cui è sottoposta, è inattaccabile da insetti e muffe.
 

Sistemi di apertura manuali o automatizzati

Apertura manuale

L'apertura della porta dei garage (basculanti o sezionali) può essere manuale o motorizzata. Con aperture manuali, la manovra è agevolata da sistemi di contrappesi con dispositivo di sicurezza anti-caduta, per evitare che l'usura provochi la rottura dei cavi di bilanciamento.

Automatizzazione dei portoni per il garage

Con una spesa in più, si può optare per la più pratica apertura motorizzata, con moto-riduttore, a traino o a bordo. Questo è un optional che si può rivelare particolarmente utile e che soddisfa esigenze di funzionalità e di sicurezza (un portone con apertura manuale può essere forzato e manomesso più facilmente). I moderni sistemi di automatizzazione prevedono tutta una serie di meccanismi che ne facilitano l'utilizzo e prevengono al meglio i possibili incidenti domestici.
Tra questi, vi sono, ad esempio: sistemi di blocco di chiusura, di anti-caduta del portone e anti-schiacciamento. L'automatizzazione deve essere supportata dalla garanzia del produttore, e deve rispettare i vincoli previsti dalla UNI EN 12453.
 

Sicurezza

Arrivati a questo punto, ipotizzando di aver individuato il tipo di portone per garage più adatto alle nostre esigenze, affrontiamo un aspetto veramente importante: la sicurezza.
Negli ultimi anni, si è assistito a una forte, e comprensibile, sensibilizzazione nei confronti di questo tema. La sicurezza della casa, intesa come security e safety (ovvero, come tutela da intrusioni e della persona) è stata oggetto di incentivazioni all'investimento e di sgravi fiscali.

Per quanto riguarda i sistemi di "sicurezza passiva", termine con il quale si definiscono le misure anti-effrazione, si presta molta attenzione alle porte di accesso alla casa, alle finestre ma, spesso, si sottovaluta l'importanza degli ingressi secondari, come, ad esempio, i garage.
Nel mercato è presente una vasta gamma di soluzioni volte a garantire un'ottimale tutela della nostra abitazione, e questo anche per quanto concerne i portoni dei box auto.

Con una, non particolarmente notevole, spesa in più, è possibile dotare i portoni garage di serrature corazzate, fornite di chiavi a duplicazione controllata, e piastre anti-effrazione, nonché, ovviamente, di sistemi di allarme.


  • Praticità
  • Funzionalità
  • Sicurezza
  • Isolamento Termico
Fiditalia

Per dei finanziamenti a tassi agevolati